Logo pon

Questo sito utilizza i cookie tecnici utili perché possono rendere più veloce e rapida la navigazione e fruizione del sito

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Partecipazione all'udienza del processo Caccia presso il tribunale di Milano: 10 febbraio 2017

Il piano degli appuntamenti culturali utili a preparare la partecipazione alla terza edizione del Concorso "Abbattiamo i muri del silenzio"  dedicata a Bruno Caccia prevede la nostra partecipazione al processo Caccia.  Venerdì 10 febbraio abbiamo partecipato all'udienza in programma, presso la Corte d'Assise di Milano per testimoniare la necessità di fare chiarezza e di giungere, infine, alla comprensione delle cause che hanno spezzato la vita di un magistrato integerrimo che con il suo agire aveva dichiarato "tolleranza zero" alla criminalità organizzata. Interessanti gli interventi degli avvocati della difesa,  dell'accusa, del Pubblico Ministero e degli avvocati delle parti civili. Singolare, al riguardo, per tutti noi cittadine e cittadini, l'assenza dei legali del Ministero della Giustizia e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.  Presenti in aula, oltre a noi in rappresentanza del nostro presidio "Felicia Impastato" del Beccari, rappresentanti dei presidi di Verbania e di Milano, Maria Jose Fava referente di Libera Piemonte, giornalisti della Rai e della carta stampata e Paola Bellone, autrice del libro pubblicato a gennaio da Laterza "Tutti i nemici del procuratore: l'omicidio di Bruno Caccia" che abbiamo invitato a scuola.  Un esercizio di cittadinanza attiva che intendiamo proseguire, convinti che 34 anni per far luce su un delitto di n'ndrangheta siano davvero troppi, per i familiari di Bruno Caccia ma anche per il nostro Paese!  

Brino Helena 5Beno, Cepparo Alessia 4Aia, Improda Giada 2Beno, Moiso Luca 5Cia, Nervi Lorenzo 4Aeno, Rossi Elisa 5Cia, Szilagy Andreea 5C ia, prof. Carmine Cassino, prof,ssa Pierangela Mela.